Scarica gratis il OneMinuteBook 4 ore alla settimana di Timothy Ferriss
Inserisci la tua email:
Rispettiamo la tua privacy. Potrai cancellarti dalla newsletter in ogni momento, con un semplice click.


Un libro dedicato a chi sul posto di lavoro subisce abusi di ogni tipo da parte di superiori e colleghi e a tutti coloro i quali hanno il potere e il dovere (oltre che l’interesse) di cambiare le cose. Robert I. Sutton affronta il problema del mobbing da un punto di vista originale: le conseguenze economiche che esso provoca alle aziende. Gli “stronzi” provocano danni enormi non solo alle loro vittime ma anche alla performance aziendale nel suo complesso, a tutti quelli che ne subiscono di riflesso gli effetti e, non ultimo a se stessi. Le conseguenze, in termini economici, derivano dell’aumento del turnover, dall’assenteismo, dal calo della dedizione al lavoro. Sutton non si limita alla sola analisi della situazione ma fornisce anche suggerimenti pratici sia ai dipendenti che ai manager per riuscire a sanare gli ambienti di lavoro lacerati ed infangati dalla presenza di “stronzi patentati” che non sanno tenere a bada la propria lingua e gettano veleno su tutto e tutti. Il testo accompagna nella ricerca e nel riconoscimento dei diversi tipi di “stronzi” e nel loro allontanamento o annichilimento. Il metodo antistronzi è l’unico testo che può salvarti davvero la vita, permettendoti anche di non trasformarti in uno di loro… basta fermarsi in tempo.

Punti di Forza

• Linguaggio informale ed arguto
• Testo asciutto e schietto avvalorato da racconti personali dell’autore che ravvivano la parte teorica del testo rendendo la lettura ancora più frizzante e curiosa.

Punti di Debolezza

• Probabilmente manca un suggerimento di più ampia applicabilità del metodo ad altri ambiti che non siano solo quelli lavorativi.

L’Autore

Robert Sutton è professore di scienza dell’ingegneria gestionale, co-direttore del Center for Work, Technology and Organization, ricercatore e cofondatore dello Stanford Technology Ventures Program presso l’università di Stanford. Si occupa di innovazione, di connessioni e lacune tra la conoscenza e le azioni organizzative; recentemente anche di “stronzi sul posto di lavoro”. Accademicamente ha conseguito il BA (Bachelor of Arts) a Berkeley nel 1977, il MA (Master of Arts) ed il Ph.D presso l’università del Michigan rispettivamente nel 1981 e 1984 . Consulente per molte aziende statunitensi ed europee, vive in California.

Abbonati adesso a OneMinuteClub